CLOSE

This website uses cookies. By closing this banner or browsing the website, you agree to our use of cookies. CLOSE

  • Il logo di Reale Mutua

10/09/2021 INVESTIMENTI? SÌ, MA CON PRUDENZA

Torna nei risparmiatori la voglia di investimenti. Lo afferma l’Osservatorio Reale Mutua sul welfare, che la compagnia torinese ha commissionato a Nextplora. Secondo la ricerca, solo il 27% degli italiani pensa che mantenere il denaro sul conto corrente rappresenti la scelta più sicura; il restante 73% è invece convinto che in questa fase sia meglio investire, per assicurarsi un futuro più sereno.

Per il 31%, l'obiettivo principale è rendere più sicuro il futuro della famiglia, mentre il 27% punta migliorare il tenore di vita nel medio-lungo periodo e il 17% a rafforzare una pensione che probabilmente non sarà sufficiente per vivere tranquilli.

 

Gli strumenti scelti. Secondo l'Osservatorio, lo strumento di investimento più gettonato sono le polizze assicurative (37%), seguite a molte lunghezze da obbligazioni e fondi pensione (11%), azioni (8%) e immobili (6%).

Torna anche la voglia di chiedere prestiti: il 44% degli italiani guarda infatti con favore mutui e finanziamenti.

 

Prudenza prima di tutto. I dati, però, non traggano in inganno: gli italiani vorrebbero investire, sì, ma con juicio, per dirla con il Manzoni. Il 46%, infatti, considera prioritarie sicurezza e prudenza, anche alla luce della crisi economica innescata dal Covid.

E comunque c'è chi ha paura di sbagliare: il 40% non si sente pronto e teme di non riuscire a scegliere la formula giusta perché le sue competenze sono insufficienti.

A proposito di questo, varie persone si informano con frequenza su internet per gestire i loro risparmi. Per la precisione "il 62%", precisa Michele Quaglia, direttore commerciale e brand del gruppo Reale. Spesso però dal web il risparmiatore "non ricava le indicazioni e le rassicurazioni cercate. Un ruolo molto importante viene svolto allora dalla consulenza di professionisti".

https://www.realemutua.it